martedì 7 gennaio 2014

Le incongruenze della nona stagione. Il Furstenhof apparteneva ai Wittelsbach e non ai Von Weyersbrunn!

 
Alcune soap nel corso degli anni preferiscono stravolgere una storia, così per come era stata raccontata, anziché riprenderla ed estenderla e Tempesta D'Amore non è da meno. Il motivo? Nel corso della prima stagione è emerso qualcosa che forse è stato dimenticato dai più, visto che si tratta di un dettaglio tecnico all'epoca della messa in onda non di molta importanza.

I vari personaggi, infatti, hanno spiegato che il Furstenhof è stato acquistato dalla famiglia Wittelsbach e non dai Von Weyersbrunn che sarebbero poi i nonni di Pauline (Liza Tzschirner), la cui storia rappresenta il presupposto stesso della nona stagione.

Secondo quanto rivelato all'epoca, gli antenati di Ludwig, padre di Charlotte (Mona Seefried) a cui allora dagli autori era stato assegnato un nome diverso, avevano acquistato il castello ma solo lui, molto tempo dopo, aveva deciso di dargli la connotazione di hotel di lusso. 


Di certo quando gli autori hanno posto in essere la nona stagione, hanno preferito ignorare quanto precedentemente comunicato ma è chiaro che, se anche per i più, tutto ciò è ininfluente, a molti non è piaciuta quest'incongruenza su cui è stata scritta la nona stagione.

Del resto non è la prima volta che succede e probabilmente avverrà ancora in futuro; in una stagione molto simile a questa nell'intenzione di stravolgere gli equilibri sui quali da sempre si basa la soap, ovvero la quinta, sono stati realizzati pasticci narrativi simili per quel che riguarda le origini di Charlotte (Mona Seefried) in stretto collegamento ed in netta contrapposizione con quanto rivelato nel corso della seconda, attraverso le vicende di Leonie Preisinger (Anna Angelina Wolfers).

A difesa della produzione, possiamo dire che quando la soap è stata sviluppata, molti dettagli sono stati lasciati al caso, perché nessuno pensava che durasse tanto da poter approfondire vicende legate ad un passato tanto lontano ma chiaramente, con il senno di poi, questi piccoli 'errori narrativi' si fanno notare.

Ciò non toglie forza alla stagione ma sicuramente mette un punto interrogativo sulle scelte degli autori che a volte non sanno di avere un pubblico molto più attento ai dettagli di quanto loro stessi non si aspettino!

25 commenti:

  1. potevano approfondire e chiarire la vicenda di leonie, charlotte e cosima che ha deluso un po tutti. mentre quella sulle origini del furstenhof la trovo meno grave alla fine. elisa

    RispondiElimina
  2. ma non era più semplice far questi Wittelsbach nonni di pauline invece di quellìaltro nome?,,Cmq capisco la necessità di sviluppare nuove trame..ma questa storia dell'origine dell'hotel seppur intrigante,poteva essere evitata..e scrivere la stagione diversamente..e inserire gli stahl in un'altro modo,cosi come la stessa Pauline..
    Quanta semplicitò la trama dell'ottava stagione..la più semplice e la più romantica
    Eva_robert_saalfeld

    RispondiElimina
  3. magari hanno cambiato cognome perché risultava più accattivante questo però cambiare la storia è sempre brutto. cindy

    RispondiElimina
  4. Credo che siano stati costretti a cambiare. Il cognome Wittelsbach è piuttosto ingombrante. Dire che l'hotel era appartenuto a questa importantissima famiglia nella prima stagione era credibile, perché praticamente i Wittelsbach un tempo possedevano mezza Baviera.
    Nella stagione attuale invece quello che serviva agli autori era una piccola famiglia nobile con un nome di fantasia, scollegato da improbabili parentele regali. Per ottenere, paradossalmente, un effetto più realistico.
    Devo dire che infatti capisco la loro scelta: dopo tutte queste stagioni, sfruttare il passato dell'hotel era un'occasione troppo ghiotta e questa incongruenza, seppur fastidiosa, concordo, è un male minore.
    Invece anch'io trovo molto grave la vicenda di Leonie, perché in quel caso sono andati in contraddizione con fatti significativi della trama stessa della soap, cioè con vere proprie scene importanti passate sotto gli occhi degli spettatori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche questa è una buona lettura :) chiara

      Elimina
    2. eh però c'erano anche altre vie, non era l'unica possibile

      Elimina
    3. beh sì sinceramente si poteva anche parlare di un socio di ludwig non c'era bisogno che il furstenhof fosse tutto della famiglia di pauline, bastava anche solo una parte, visto che poi alla fine prende solo il 20 per cento. sabrina

      Elimina
    4. e infatti hanno sbagliato all'inizio coinvolgendo una famiglia reale

      Elimina
  5. E che dire della contraddizione eclatante riguardante il test del DNA di Robert e Leonie, tramite il quale si scoprì che erano parenti, e che quindi Leonie era una Saalfeld? Se Charlotte e Cosima fossero state scambiate alla nascita, allora il test sarebbe dovuto risultare negativo, perchè Ludwig era sì nonno di Leonie, ma non di Robert!
    Non capisco perchè gli autori amino fornire sempre nuove versioni riguardanti le origini dell'hotel, così si rischia di incappare spesso in questi "pasticci narrativi"...

    RispondiElimina
  6. Fanno diversi errori e molti tagli.Qualcuno guarda le puntate vecchie su la5?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io le segue e si notano anche altre incongruenze infatti. carmen

      Elimina
  7. Stavo riflettendo su come,passando di serie in serie,si ricordino alcuni personaggi-direi i fondamentali-e vadano nel dimenticatoio altri...tipo,se non la nominavate,io neanche lo ricordavo il nome di Leonie!Ed anche ora,fatico a ricordare la sua vicenda! Insomma,forse gli autori dovrebbero concentrarsi un pò più sulle trame,evitare qualche personaggio di troppo,e non scivolare sulla buccia di banana come per questo fatto del cognome degli eredi dell'albergo! Cioè,la storia va avanti lo stesso,ma si è cambiato uno dei fondamenti della storia...un pò più d'attenzione,autoriii !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. però leonie la stragrande maggioranza delle persone la ricorda, quindi non è il personaggio il problema, semmai come vengono sviluppate le storie che lo riguardano

      Elimina
    2. Per esempio se andrè sapesse che nella tomba di Nicole ci sono i diamanti...ve lo ricorsate?Comunque Leonie ha diritto come pauline.

      Elimina
  8. I veri saalfeld sono felix,isuoi figli e i figli di cosima.Ma pauline e leonie hanno pari diritti.

    RispondiElimina
  9. vero spero torni leonie! noemi

    RispondiElimina
  10. Certo che gli autori hanno fatto un bel pasticcio nel non pensare che tutti quelli che seguono la soap da sempre avrebbero capito e fatto 2 più 2. Avrebbero potuto ricorrere a tanti altri stratagemmi senza intaccare le basi su cui poggia questa soap e sviluppare altri temi oppure non far risultare che l'unica e legittima proprietaria sia proprio Pauline.
    Credo che quando si vuol forzare un evento capitino errori marchiani di questo genere e la storia non ne trae nessun beneficio, anzi finisce col perdere in suspense e in credibilità.
    Per adesso si vedono solo scacalli affamati.
    E anche io rimpiango la semplicità e la romantica storia appena finita. Lineare e perfetta.
    Peace and love
    EVA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perfettamente d'accordo! giovanna

      Elimina
    2. idem. federica

      Elimina
  11. Concordo in pieno con quanto scritto da Eva. Sarebbe bello se dessero.una seconda opportunità a Leonie, era bellissimo come petsonaggio. Ametista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che centra leonie?L hotel è di pauline.I Saalfeld non hanno nessun diritto.

      Elimina
  12. Era un'incongruenza comunque evitabile

    RispondiElimina
  13. quando una stagione nasce così, nasce male

    RispondiElimina
  14. Lo sapevo, è scritto su Wikipedia da una vita comunque sono d'accordo con Eva .

    RispondiElimina