martedì 3 aprile 2018

Tempesta D'Amore: Alexander Milz è William Newcombe [SCHEDA PERSONAGGIO]

Nome personaggio: William Newcombe

Ruolo: Protagonista maschile della tredicesima stagione di Tempesta D'Amore

Lavoro: personal trainer e atleta

Stato civile: celibe

Fratelli e sorelle: Adrian Lechner, Robert e Laura Saalfeld, Konstantin Riedmuller, Moritz Van Norden e Sandra Zastrow

Amori e flirt: Clara Morgenstern, Ella Kessler e Rebecca Herz

Descrizione personaggio: Giunto al Furstenhof, dopo un lungo periodo di separazione dal fratello Adrian, William si è stabilito in Baviera, trovando l'amore in Clara e successivamente in Ella ma è stata Rebecca a rubargli il cuore in modo definitivo. Di cuore ma decisamente irascibile con un senso della giustizia molto particolare e oscillante, William dovrà fare i conti con il proprio carattere prima di trovare il lieto fine, non solo dal punto di vista sentimentale ma anche famigliare, poiché si tratta di uno dei figli illegittimi di Werner.

Doppiata da: Renato Novara

Interpretato da: Alexander Milz, attore teatrale e televisivo di trentadue anni che in Germania è molto popolare, grazie alla sua partecipare ad altre soap opera di successo. E' davvero un atleta e un giocoliere. 

11 commenti:

  1. Che dire concordo soprattutto con il suo senso della giustizia particolare e oscillante...Francamente se penso al periodo della storia con Clara, ad un certo punto ho cominciato a "detestarlo" anche per come stava diventando Clara stando con lui nell'ultimo periodo, fortunatamente si è ripreso.
    Certo che ha un esercito di fratellastri e due sorellastre, i "miracoli familiari" di Tempesta, però per come è viziato in tal senso, mi sembra il figlio unico per antonomasia, nella peggiore accezione del termine.
    Sosterrò sempre che Clara ed Ella si sono salvate da lui, anche se per motivi e in modi differenti.
    Trovo molto fastidiosa la sua irascibilità, fondamentalmente perché se la prende sempre quando gli dicono quello che non vuole sentirsi dire dato che è abituato a vincere sempre come i bambini viziati appunto.
    Devo dire che nonostante le esperienze in altre soap, è scarso come attore, capisco che il faccino da attore di soap lo abbia però non basta quello, bisogna anche essere bravi come lo erano Hartmann e Alberti.
    Sinceramente se c'è una cosa che secondo me non si vede è l'esperienza teatrale.
    Giò

    RispondiElimina
  2. Hai nominato Hartmann e Alberti che oltre ad essere bellissimi sono snche bravissimi.
    Io sono più cattiva e a mio giudizio il personaggio William è stato scritto malissimo e l'attore Milz non mi piace esteticamente ma anche non mi piace come recita. In una cosa hanno azzeccato gli autori nel scrivere il personaggio Rebecca che è odiosa come lui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che sia scritto male è sottinteso, neppure a me piace esteticamente però in generale non è considerato uno brutto.
      Credo che la vera scelta fallimentare della stagione in fondo nasca dal volerlo eleggere protagonista: ci sono stati secondari di successo o ex antagonisti - tra l'altro più amati e più validi di lui quando lo erano stati - che hanno avuto scarso successo da protagonisti, figuriamoci uno come lui se poteva avere successo da protagonista.
      Poi l'hanno apprezzato solo perché Adrian in quel periodo era troppo mediocre per essere vero e questo non vuol dire che fosse un personaggio di qualità, essere meglio di qualcun altro non è certo indice di valore assoluto, ma solo relativo.
      Giò

      Elimina
  3. Concordo appena arrivato mi piaceva ma come dici tu piaceva perchê Adrian non piaceva. La stagione 12 fino a quando Adrian capisce di amare Clara era mediocre .
    Adrian era il giocattolo di Desiree che poteva dire e fare qualsiasi cosa che il marito la difendeva.
    Clara all'inizio non mi piaceva per niente veniva offesa calpestata da Adrian e poi cosa faceva .....ogni volta che lo vedeva gli correva dietro.
    Solo quando Adrian "si sveglia" la stagione migliora e William inizia a diventare odioso.
    Per me della 12 stagione ê Alberti che ha brillato .

    RispondiElimina
  4. Concodo con voi ragazze! Milz é indubbiamente un bel ragazzo ma a recitazione...scarso scarso come la sua partner ( Rebecca)! Daniela M.

    RispondiElimina
  5. Credo che pur non essendo affatto eccelso William reciti però molto meglio di Rebecca, non ci sono paragoni..l'attrice che ha il ruolo di Rebecca è stata una delle peggiori a livello interpretativo, a mio avviso.

    RispondiElimina
  6. Pessimo lui e chi lo interpreta.
    Recitazione zero, stesso discorso vale per Rebecca.
    Chi è quel genio di autore che ha deciso di far partire Ella nel momento in cui Tina ha avuto l'incidente? Stagione scritta coi piedi, gli autori andrebbero cambiati.
    Qualcuno sa spiegarmi come Susan nel giro di poche puntate passa dallo shock per l'incidente di Tina, sconvolta dalla possibilità di avere una vita sulla coscienza all'uccidere Beatrice ed avere la razionalità di far cadere la colpa su Charlotte?

    Patrizia Dietrich

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già ennesima falla autorale, d'altronde non mi pare che gli autori abbiano mai indugiato troppo sul rapporto di parentela tra le due, a parte alcune rare eccezioni: quando Ella è uscita di scena con Mark, Tina non è nemmeno andata a salutarla.
      Secondo me gli autori non sapevano cosa fare di Susan e hanno risolto così la questione: renderla l'assassina secondo me tra l'altro è stato l'unico modo per dare un senso al suo personaggio che li non ci stava a fare più nulla.
      Giò

      Elimina
  7. Non riesco a capire cosa hanno visto gli autori in lui per designarlo come protagonista, poi addirittura con due protagoniste.
    Giò

    RispondiElimina
  8. Concordo esattamente con Giò quando parla di ennesima falla autorale, soprattutto quando si parla della puntata 2812, ovvero: dopo il matrimonio, tutti a salutare William e Rebecca ormai in partenza per Sidney, mentre Ella, nel momento della sua uscita di scena insieme a Mark Boecking, sia Tina che il resto della Baviera si sono rifiutati di salutarla.
    Anche io per esempio, però nella vita reale, se anche gli amici di vecchia data si rifiutassero di salutarmi, mediterei davvero di lasciare l'Italia!
    Ridge'78

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non che Ella avesse grandi rapporti e legami, aveva delle conoscenze e basta e una parente ossia Tina. Ma se i conoscenti potevano anche non salutarla o meglio potevano non mostrarci la scena; qualche scena finale con Tina che era il suo unico legame dovevano farla vedere, non dico poco prima della partenza, perché quello doveva essere riservato a lei e Mark e a farceli vedere in partenza per Parigi nell'ultimissima scena, però almeno una si.
      Giò

      Elimina