domenica 30 settembre 2018

Tempesta D'Amore: Le Pagelle dal 23 al 29 settembre 2018


Momenti cruciali hanno caratterizzato le puntate di Tempesta D'Amore in onda da domenica 23 a sabato 29 settembre 2018. Le  Pagelle non possono che dedicarsi alla Paul [VOTO 5] che si sta comportamento malissimo con tutti. Romy [VOTO 5] è, come sempre, troppo comprensiva nei suoi confronti.

Incomprensibile la discussione tra Eva e Robert [VOTO 5] che dimostrano di essere una coppia poco comunicativa, sopratutto su questioni importanti. Christoph [VOTO 5] non cambia e se lo fa peggiora. Alicia [VOTO 5] sembra essere più confusa che mai, mentre Viktor [VOTO 7] si rivela sempre lucido ed appassionato.

Bello anche l'exploit emotivo di Jessica [VOTO 5] che durerà poco; comprensibile la sofferenza di Tina [VOTO 6], anche se forse avrebbe dovuto gestire il suo rapporto con David in modo diverso. Nils [VOTO 5] chiama David amico ma non sembra si sia comportato così bene nei suoi confronti. 

20 commenti:

  1. Ad Eva do un voto positivo, è normale desiderare di avere un figlio dalla persona che si ama. Non bisogna sottovalutare la sofferenza di una donna che non riesce a portare a termine una gravidanza e sa di essere lei il problema mentre il marito riesce facilmente a mettere incinta una donna e Robert è stato molto indelicato con la moglie.
    Eva dovrà ingoiare parecchi rospi, fra un pò spunterà anche il figlio segreto di Robert.
    Ho apprezzato Alicia ed il modo in cui si prende cura di Paul che se ascoltasse di più la sorella eviterebbe guai anche seri.
    Alicia sta iniziando a capire di amare Viktor, ammette che forse ha chiuso gli occhi fin dall'inizio. I suoi dubbi sono più che legittimi a questo punto della storia.
    Zero agli autori, Desirée è l'unica persona che ha realmente amato David e doveva essere presente al suo funerale. Tina lo ha sempre trattato a pesci in faccia ed il suo voler ostentare adesso quanto abbia amato David mi infastidisce.

    Patrizia Dietrich Fan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo su Eva, per una donna non è semplice dover accettare questo essere "incompleta", Robert è stato indelicato e poi avendo Valentina probabilmente non sente il bisogno.
      Si è stata Desirèe l'unica persona ad amare realmente David. Purtroppo Tina non riesce a risultare credibile: mi dispiace ma David non è stato il suo grande amore, non bastano le parole a designarlo come tale, servono i fatti e i fatti da parte di lei non ci sono mai stati.
      Giò

      Elimina
    2. Concordo con voi sull'indelicatezza assurda di Robert e con questa specie di recita di Tina che ce l'ha tanto con Beatrice ma si dimentica che è stata lei a denunciare David. Non è stato il suo grande amore come secondo me nemmeno Nils ha mai avuto un grande amore (per me non era Sabrina, nonostante se la sia sposata, perchè allora ricordiamoci che stava per avere un figlio dalla zingara), si innamorano di chiunque respiri e infatti per me potrebbero benissimo mettersi insieme e sparire. Mi dispiace che Nils lo "vinca" alla fine Desirèe che davvero meritava di meglio e che non capisco perchè non sia stata presente al funerale
      Patriziaforever

      Elimina
    3. Figurarsi Tina non mi ha commosso nemmeno quando ha detto che Tom sarebbe cresciuto senza padre: non era lei quella che voleva togliere a David suo figlio? Mi dispiace per gli autori, ma l'"operazione vittimismo" per Tina non funziona.
      Concordo, David non ha sofferto mica solo per Beatrice, non è stata la sola a rovinargli la vita, anche Tina ha fatto la sua parte.
      Mah io credo che Sabrina sia stata invece il grande amore di Nils, se ne devo scegliere.
      Mah forse Desirèe meritava di meglio, ma l'ho vista realmente innamorata di lui.
      Si è una grossa falla autorale l'assenza di Desirèe.
      Giò

      Elimina
    4. Robert ha sempre avuto riserve ad avere altri figli, già nella sesta stagione, quindi Eva se ne risente solo ora? In tutti questi anni a cosa ha pensato? Se si sente così incompleta, perché non ha fatto qualcosa? Questo risveglio di una maternità sempre desiderata fa abbastanza ridire. Giò, scrivere poi che Robert dal momento che ha già Valentina è già soddisfatto così, boh, non è molto carino nei confronti di Eva, se ami davvero tua moglie speri un giorno di costruire una famiglia anche con lei.

      Non capisco poi perché Sabrina non può essere l'amore della vita di Nils, è dopo la sua morte che il suo personaggio ha avuto un declino. Per lei invece ha sempre dimostrato di essere molto innamorato, che c'entra poi, Patraziaforever, Elena (è questo il nome della "zingara"), non si sa.

      Elimina
    5. Vero, se escludiamo Desirée, che l'ha sempre amato nel bene e nel male, David non è mai stato capito da nessuno. Nessuno ne ha apprezzato il grande cambiamento. Luisa l'ha fatto, anche se freddamente (naturalmente), solo perché ciò era funzionale al suo ruolo di protagonista misericordiosa dall'alto del piedistallo.
      Nils e Tina, i signori perfettini (ma con la licenza di giocare coi sentimenti di decine di persone), non hanno mai mostrato grandi slanci, infatti.

      Secondo me la storia di Eva e Robert è trattata in modo troppo schematico. I due arrivano e, dopo due giorni, già si parla di "madri surrogate". Lo so che il loro percorso sul tema è stato lungo e sofferto, ma, dato che non li abbiamo visti in questi anni, l'effetto sembra quello di una decisione troppo improvvisa. Poi Valentina ha, giustamente, dubbi e timori. Tutto risolto in mezza puntata. Robert, che fino a un minuto prima sembrava il marito perfetto e sorridente, diventa in poche scene un mostro disinteressato che non si rende conto delle esigenze, legittime, della moglie (in questo senso anch'io darei un volto più alto a lei).

      Elimina
    6. Penso che possa essere una motivazione per Robert come a volte lo è per altri padri, non dico che non vuole una famiglia con lei, ma vista la situazione di Eva e i tentativi fatti, se è così difficile avere dei figli, magari è arrivato alla conclusione che avendone già una insomma pazienza se non riuscivano ad averne altri. Ripeto, capita a molti uomini in una situazione simile e poi non bisogna dimenticare che un uomo anche psicologicamente la vive in modo diverso da una donna. E comunque non mi pare Robert non ne voglia, mi sembra un filino meno "ossessionato" di lei.
      Più che altro mi sembra strano che anziché la maternità surrogata, non abbiano parlato di adozione.
      Robert in ogni caso le sue riserve le aveva sciolte a fine sesta stagione.

      Concordo su Sabrina, per me lo è e concordo sul declino di Nils post-Sabrina, è un dato di fatto.
      Si Elena non c'entra, se non ricordo male finisce con l'aborto e con il fatto che non può avere l'altri figli (tra l'altro era iniziata con le corna a Tanja quindi), Sabrina arriva dopo ma non si mettono subito insieme.
      Giò

      Elimina
    7. Ricky81 credo che David in tal senso sia sempre stato sfortunatissimo: mai capito e apprezzato per quello che era e per quello che provava, mai nessuno che si metteva nei suoi panni.
      Solo Desirée poteva capirlo e amarlo per quello che era -anche quando sbagliava- perché in fondo entrambi erano alle prese con gli stessi traumi, gli stessi errori, le stesse debolezze. Il loro rapporto ha sempre colpito per questo, almeno per quanto mi riguarda: per la mancanza di ipocrisia e il loro non giudicarsi a vicenda, cosa che invece gli altri hanno sempre fatto con loro, specialmente con David, è sempre stato un legame molto vero.
      Giò

      Elimina
    8. Non lo so, l'unica cosa che so è che questa storyline oltre ad essere noiosa è scritta con i piedi.

      Appunto, i personaggi di Elena e Sabrina non si sono mai incontrarti e non capisco perché la gravidanza (per di più finita tragicamente in un aborto), impedisca alla seconda di essere la donna giusta per Nils.

      Elimina
    9. Per Nils bisogna prendere semplicemente in considerazione le sue donne e stabilire quale ha amato di più se proprio uno vuole fare un confronto: Marie, Tanja, Elena, Sabrina, Julia.
      Non ho citato Tina perché in fondo non è mai stata una vera storia, anche se forse avrei dovuto considerarla.
      Giò

      Elimina
    10. Comunque riguardo all'assenza di Desirèe credo sia stata una scelta per evitare che incroci inopportuni con Clara di ritorno per il matrimonio di Melli. Può essere no?
      Giò

      Elimina
    11. Che poi la cosa che mi ha sempre urtato di Tina è non averle mai sentito uscire dalla bocca parole di scuse verso David per quello che gli ha fatto soffrire, mai niente.
      Dopo che lui è uscito di scena, lei ha cominciato a parlare di loro due come se fossero "due amanti separati dal destino" e da Beatrice.
      Tina ha davvero "rigirato la frittata" a suo piacimento.
      Giò

      Elimina
  2. Paul sinceramente per me merita pure un voto più basso, è davvero insopportabile. Pure Romy che lo asseconda e sta dietro ai suoi capricci non è meglio.
    Anche io ho apprezzato Jessica nel suo racconto del fratellino morto, non capisco perché sprecare questo personaggio e renderlo inutile, incomprensibile questa scelta degli autori.
    Quanto ad Alicia francamente questo stare tra Viktor e Christoph mi sembra anche opportunismo in certi momenti: per determinate cose le fa comodo Christoph e tutto quello che lui rappresenta, in altre circostanze invece apprezza di più Viktor. Insomma ne viene fuori una che dovrebbe essere una donna, ma che non sa cosa è l'amore, ma perché non sa cosa vuole da un uomo e comunque a livello sentimentale mi dà sempre l'idea di una che fa le scelte più scontate e di comodo, anziché fare le scelte giuste e quindi anche coraggiose. Insomma Christoph ai suoi occhi appare più "affidabile" di Viktor e lo sceglie per quello. Mah...Io sinceramente non trovo molti appunti da fare a Nils e al suo comportamento: chi legge i miei commenti sa che lo sopporto poco, però credo che lui abbia davvero voluto bene a David e lo considerasse un amico. Non mi sento di "rimproverargli" chissà quanto per il fatto di essersi innamorato di Tina, tranne per la questione della lettera forse...
    Giò

    RispondiElimina
  3. Per essere ex protagonisti Robert ed Eva trasmettono poco come coppia
    Non sembra esserci il grande amore tra loro anzi
    Andrea

    RispondiElimina
  4. Mah, non credo che Nils fosse contento per la morte di David tuttavia quel dialogo a “tu per tu” con l’urna non mi è piaciuto: il viaggio in Guatemala, Nils lo ha fatto solo per Tina e non certo per David, la promessa di prendersi cura di lei e del piccolo Tom non era ovviamente disinteressata e non si possono sostituire le parole dette nei confronti di David nelle ultime settimane (Nils lo ha chiamato un mascalzone e ha affermato che David non ci fosse mai stato per Tina ed il bambino dopo la sua partenza) con l’affermazione “caro amico” ed un bicchiere di vino (tra l’altro poteva evitare l’infelice esclamazione “alla salute” alzando il calice verso l’urma di David). Ho trovato un po’ strana la scelta di Desirée di non tornare per il funerale , anche se del tutto accettabili le giustificazioni portate. Tina non mi ha commosso più di tanto e comunque ho notato che i flash-back mostrati risalivano tutti a prima della negata paternità di David…che caso!
    Ho trovato invece a suo modo molto triste ma anche carina l’idea del diario scritto da David per suo figlio. Lo so da una parte hanno ancora una volta infierito su questo risvolto della storia (a mio avviso anche il più tragico, perché vedere un rapporto padre e figlio stroncato sul nascere mi fa molta pena ) dall’altra però hanno così saputo dare risalto alla profonda sensibilità di David nei confronti dei legami di famiglia.
    Solo una cosa non mi spiego…perché gli autori abbiano optato per questo diario piuttosto che dar vove alla lettera scritta ed inviata da David prima di morire. Avrebbero potuto farla semplicemente scomparire accidentalmente per poi farla ritrovare alla fine di tutto. Mah…
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah su David tutti hanno sempre detto peste e corna, l'unica a non averlo mai fatto è Desirée, è per quello che lei ha emozionato ed è credibile, perchè sappiamo che amava il fratello e lo apprezzava realmente.
      Non mi sorprende Nils anche se mi era sembrato meno peggio. Oddio David o non David, Tina non l'ha mai amato quindi David c'entrava fino a un certo punto.
      Che poi quali sarebbero i momenti felici di Tina e David? Praticamente non sono mai stati neppure una coppia.
      Il diario lo trovo una cosa molto dolce, in fondo la latitanza per David sarà stata anche molta solitudine, non certo una scelta di comodo.
      Giò

      Elimina
    2. Ciao a tutti, scrivo molto poco ma vi leggo quotidianamente e con piacere.

      Concordo con Giò sul diario, espediente dolcissimo per lasciare a Tom qualcosa di suo padre. Per quanto riguarda la lettera, credo che non l'avesse mandata David ma Carsten, in quanto al suo arrivo era convinto che Tina fosse stata informata del suo "nuovo aspetto" proprio attraverso quella lettera. Non poteva sapere che la lettera era andata distrutta.

      Anch'io ho amato molto David e mi dispiace tantissimo del modo in cui hanno concluso la sua storia.


      Claudia

      Elimina
    3. Grazie mille Claudia. Si la lettera credo anche io sia probabile che fosse di Carsten, non credo l'avesse mandata David.

      Hanno sempre fatto passare le azioni e le scelte di David come sbagliate.

      Anche la latitanza l'hanno sempre fatta passare come fuga nel senso peggiore del termine, io penso al contrario che David durante la latitanza abbia sofferto e non poco.

      Giò

      Elimina