martedì 6 novembre 2018

Tempesta D'Amore: Charlotte Saalfeld, il peggior finale


L'addio di Charlotte Saalfeld ha segnato le puntate italiane di Tempesta D'Amore, lasciando l'amaro in bocca a chi ha potuto seguirlo, semplicemente perché non ha avuto alcun senso, rispetto all'importanza del personaggio nell'economia della soap.

Al di là della volontà dell'attrice di continuare a recitare nella soap o di eventuali problemi che possono esserci stati, il personaggio meritava un finale migliore, intanto meno improvvisato e molto più credibile. Soprattutto per rispetto nei confronti dei telespettatori. 

Ne è uscito fuori un quadro impietoso, più simile alla Charlotte prima maniera, insofferente e snob che non si relaziona molto bene con l'evoluzione che il personaggio ha avuto nel corso degli anni, senza contare che pare per lo meno curioso che una donna che non ha mai lavorato in vita sua, piuttosto matura possa dare un contributo pratico alla costruzione di una scuola in una delle zone più impervie della Tanzania.

Non era più logico e costruttivo continuare con una raccolta fondi da un Paese ricco, specie avendo una famiglia, tra cui un neo marito cardiopatico? Un finale spiacevole per come si è svolto e per le parole forti utilizzate dal personaggio che non si sentiva più a casa, così all'improvviso. Volontà degli autori di cancellare Charlotte? Impossibile dirlo ma sarebbe stato quasi meglio non vederla più e saperla in Africa, senza un finale assolutamente evitabile o, ancora, pensare ad un recast che prima o poi, probabilmente, avrà luogo, se davvero l'attrice non ne vuole più sapere. 

11 commenti:

  1. Come non condividere tutto questo.
    Io direi che sembrava pure peggio della Charlotte prima maniera: la Charlotte prima maniera almeno "salvava le apparenze" e non smetteva mai di essere la matrona dell'hotel e la santa che tutti credevano agli occhi di tutti, diciamo che era più ipocrita, ma non era mai egoista e opportunista in modo così evidente, questa Charlotte qui è stata davvero pessima, insomma ha ragionato per se stessa, ha fatto e disfatto tutto lei, dritta come un treno per la sua strada.
    Quando è andato in onda in Germania, in realtà mi è sembrato anche un finale parecchio anonimo, non degno dell'importanza del personaggio, oltre alla trasformazione del personaggio in egoista, è stato più significativo il finale di Nils secondo me.
    Concordo sarebbe stato meglio non vederla più che questo pseudofinale che in fin dei conti immagino infastidisca i fans del personaggio.
    Giò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno con questa analisi.Daniela M.

      Elimina
    2. E poi ha mancato di rispetto al marito in un modo...Insomma Werner non è perfetto ma non si meritava nemmeno di essere liquidato così.
      Giò

      Elimina
  2. Anche io non mi aspettavo un uscita di scena così penoso. Charlotte era irriconoscibile anche nella recitazione, fredda e lontana da tutti e da tutto, con uno sguardo che oserei dire allucinato persino. No, avrà avuto le sue ragioni e ci può stare,ma il suo addio non è stato degno di un personaggio storico così di primo piano come lei. Non un momento di commozione per quell'albergo che è stata la sua casa di una vita, non una lacrima per il figlio e per Werner che dice di amare. Ci sono rimasta molto molto male.
    Peace and love
    EVA

    RispondiElimina
  3. In pratica è quanto continuo a dire da un pezzo. Al di là di retroscena che riguardano attori, produzione e sceneggiatori, questo finale per il personaggio di Charlotte è impietoso e frettoloso oltre a non avere alcun senso di logica.
    Cioè, ho ribadito più volte che Charlotte può avere tutte le ragioni del mondo per non sentirsi più a suo agio nell'hotel, ma da qui a lasciare un marito cardiopatico, figli, famiglia e un non sottovalutabile benessere e stabilità, è assurdo. Con questa rapidità poi, senza rimorsi e senza troppi giri di parole.
    A questo punto viene da pensare che la produzione non vedeva l'ora di mandarla via...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà se uno ci pensa non è la prima volta che liquidano personaggi in modo poco verosimile o non coerente e guarda caso spesso ci sono stati contrasti con gli attori. Insomma di personaggi "maltrattati" ce ne sono nella storia di Sdl, basti pensare a David, però il caso di Charlotte è eclatante proprio per l'importanza del personaggio e per quello che ha rappresentato.
      Insomma lei non è una Ella qualsiasi e questo finale francamente.
      Giò

      Elimina
  4. Che pena questa ramazza e pensare che qualche anno fa era tutta pappa e ciccia con la produzione

    RispondiElimina
  5. Quando ho visto il finale anche io ho pensato che sarebbe stato meglio se Charlotte fosse rimasta in Africa.
    Non ho mai amato questo personaggio ma avrebbe meritato un addio diverso.
    È un finale frettoloso da cui Charlotte non ne esce bene.

    Patrizia Dietrich Fan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso come te. Non sono mai stata fan del suo personaggio, per lei ho un'antipatia datata, però da qui a liquidare una figura storica come lei così ce ne passa.
      Giò

      Elimina
  6. personaggio importante in tutte queste stagioni eppure non mi manca
    É vero che nessuno é indispensabile

    Samy

    RispondiElimina
  7. Gli autori sono bravissimi a cancellare le cose e persone scomode...

    Paige

    RispondiElimina