domenica 20 gennaio 2019

Tempesta D'Amore: Perché l'omofobia di Christoph è diseducativa


Nelle puntate italiane di Tempesta D'Amore sta emergendo sempre di più l'omofobia di Christoph che troverà la sua più ampia manifestazione quando realizzerà che suo figlio Boris è gay ma ha senso occuparsi di una tematica tanto delicata in questo modo?

Le Anticipazioni ci dicono che Christoph prenderà molto male il fatto che suo figlio è gay, spiegandogli di essere stato molestato da un adulto quando era solo un ragazzino ma, come è ovvio che sia, si tratta di una motivazione che non regge. 

Nel corso del tempo vedremo Christoph fare di tutto per impedire che il figlio Boris viva la sua vita come un omosessuale ma si tratta di una scelta diseducativa, perché si mescola e si confonde la molestia con un orientamento sessuale ben preciso, naturale e sacrosanto. 

C'erano molti modi per affrontare il tema in questione, giustificando il rifiuto di Christoph nei confronti dell'omosessualità del figlio ma è stato scelto il peggiore, già oggetto di luoghi comuni della peggior specie. Perciò ci piace molto la storia d'amore tra Boris e Tobias ma ci piace poco, molto poco il sottotesto dell'antagonismo tra il dark man ed il fidanzato del figlio. Si poteva, si doveva fare di meglio. Soprattutto nel 2018, anno in cui la storia è stata concepita. 

28 commenti:

  1. Verissimo, Ilenia, le molestie e l'essere molestati sono una cosa (e potremmo scrivere romanzi in proposito credo soprattutto in questo periodo), l'omofobia è un'altra e non c'è un legame tra le due.
    Credo che forse la motivazione non l'abbiano trovata, perché trovare una motivazione in qualche modo avrebbe voluto dire "giustificare" e rendere meno disumano Christoph e invece Christoph è un personaggio totalmente negativo.
    E da un personaggio totalmente negativo come lui, non sorprende affatto l'omofobia: l'odio per il "diverso" e per il perdente fa parte di lui.
    Giò

    RispondiElimina
  2. Al momento non ha ancora spiegato al figlio nulla, questa cosa viene fuori come un fulmine a ciel sereno nella puntata 2986, dove appunto Christoph confessa il trauma subito ad Alicia, senza però più essere ripresa. Non si capisce se la violenza vienga consumata, ma solo che il suo allenatore ha tentato un approccio e l'arrivo della moglie ha fatto scappare il giovane Saalfeld. Abuso o meno, una cosa del genere lascia seri traumi, che però non sono mai stati riscontrati nel personaggio.
    Questa storyline per me è doppiamente una sconfitta, non solo perché viene paragonato un omosessuale ad un criminale quale è un pedofilo, ma viene anche sminuito e ridicolizzato un tema delicato come la pedofilia.
    Come più volte ho scritto Christoph è un uomo cattivo, ergo l'omofobia è nelle corde del personaggio, quindi non c'era bisogno di cercare di dare una giustificazione alla cosa, anche perché una giustificazione non c'è: un omofobo non ne ha mai, a prescindere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che penso anche io, è talmente negativo che non è certo una sorpresa la sua omofobia. Figurarsi ricordo ancora quando definì in modo sprezzante Tina come "una donna che aveva divorziato da un uomo e ha un figlio con un altro". A cosa sarebbe servito scrivergli anche una motivazione che in qualche modo potesse spiegarlo? Secondo me a nulla.
      Concordo è una sconfitta su tutta la linea, parliamo di argomenti seri ridicolizzati e trattati in modo incompetente.
      Giò

      Elimina
    2. Il personaggio di Christoph è già di per sé un luogo comune e non capisco davvero che senso abbia avuto inserire anche questa scelleratezza. A questo punto non so cosa sia peggio, che la cosa venga fuori di nuovo o che lasciano definitivamente perdere la cosa, anche perché prima o poi un confronto serio sulla sua omofobia dovrà pure averlo con Boris.
      Comunque Christoph vede Tobias come una specie di predatore che ha puntato il figlio, lo ha sedotto e lo reso magicamente gay, plagiandolo al punto da aver rovinato il loro "fantastico" rapporto.

      Elimina
    3. Eh già il loro rapporto era proprio "fantastico". Il loro rapporto fa rivalutare altri rapporti padre-figlio.
      In che senso è un luogo comune il personaggio di Christoph?
      Giò

      Elimina
    4. Beh, in quanto omofobo con lui hanno tirato fuori tutti i cliché possibili ed inimaginabili. E poi mi l'ho sempre visto anche come lo stereotipo di uomo d'affari arricchito: ignorante, gretto, egocentrico, che pensa che con i soldi si possa ottenere tutto, arrogante, pieno di sé...

      Elimina
    5. Vero e francamente credo che il successo sia dell'attore più che del personaggio.
      Il personaggio a parte la valenza negativa non è nemmeno interessante.
      Giò

      Elimina
  3. Ancora non ho visto le scene in questione, ma come avete scritto questa storia non sembra ben trattata.
    L'omofobia di Christoph era perfettamente prevedibile.
    Se non fosse stato omofobo, allora sì, avrebbero dovuto inventarsi una storia per spiegare il mistero.

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordo, il tentativo maldestro di giustificare l'omofobia feroce di Christoph con la molestia subita da ragazzino è il più grosso passo falso che gli autori hanno fatto nell'affrontare questa tematica. Mi arrabbia molto quando vidi la puntata.
    Francesca

    RispondiElimina
  5. Concordo anche io con il post, è una vergogna che non abbiano trovato il modo di educare su questo argomento nel 2018.

    RispondiElimina
  6. Colgo l'occasione per dire che mi fa piacere che tutti siate del mio stesso avviso e per ribadire in modo preventivo che commenti omofobi come "ognuno la sua idea", "ci accusate di essere omofobi ma..." verranno cancellati e le persone che li lasciano, allontanate in modo definitivo. Tolleranza zero in questi casi, come è logico che sia.

    RispondiElimina
  7. Ha perfettamente ragione Ilenia
    Andrea

    RispondiElimina
  8. Concordo con Ilenia.
    Giò

    RispondiElimina
  9. Io trovo che schierarsi contro un orientamento sessuale è sbagliato e diseducativo a prescindere da come si possa argomentare. Inoltre trovo che i comportamenti di Christoph siano in linea col suo personaggio.

    RispondiElimina
  10. Nel caso specifico di Christoph, non è solo omofobia a mio parere, c'è anche molto disprezzo verso la persona specifica con cui sta il figlio, verso Tobias: Christoph è anche molto classista.
    Giò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me in questo caso il classismo non c'entra nulla, qualsiasi uomo non sarebbe andato bene per Boris, proprio perché non riesce ad accettare la sua omosessualità.

      Elimina
    2. E' ovvio che essendo omofobo non gli sarebbe andato bene nessun uomo, ma noto anche molto classismo verso Tobias in aggiunta all'omofobia.
      Giò

      Elimina
  11. La sofferenza di Boris e Tobias avrà un senso in ogni caso, ho appena visto le foto anticipazioni...
    Decisamente un bel finale.
    Giò

    RispondiElimina
  12. Una piccola curiosità sui figli di Christoph. Ho un piccolo dubbio su chi sia più grande: l'ordine di nascita è Viktor, Boris, Annabelle e Denise o Viktor, Annabelle, Boris e Denise?
    E' certo che Viktor è il più grande e Denise la più piccola ma secondo me Annabelle è più grande di Boris. Cosa ne pensate?
    Mi rendo conto che è una cosa piuttosto insignificante ma sono curiosa di sapere la vostra opinione.
    Che poi quanto agli attori la Loffler è dell'89, mentre Frowein è dell'88, però a me lei sembra più grande di lui.
    Giò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ordine è Viktor, Boris, Annabelle, Denise. Annabelle ha solo un anno più di Denise (dovrebbero avere 22 e 21 anni, facendo i conti con quello che hanno raccontato della morte della tata).
      Francesca

      Elimina
    2. Non ho seguito quelle puntate, però se l'età delle due sorelle Saalfeld è quella che scrivi tu la cosa è davvero poco credibile: la Loeffler dimostra tutti i suoi 30 anni (forse anche di più) e il personaggio è stato sposato due volte e se non ricordo male ha pure frequentato l'università in America.

      Elimina
    3. Secondo me la Loffler dimostra più di 30 anni e mi pare strano che siano così giovani, non credo proprio che abbiano 22 e 21 anni.
      Credo che Viktor abbia sui 35 anni (grosso modo ha l'età del suo interprete secondo me), Boris per me non ha più di 32 anni, Annabelle sui 28/29, Denise circa 25, meno di 23 anni non credo che li abbia Denise.
      Grosso modo questa è l'idea che mi sono fatta.
      Giò

      Elimina
  13. Però hanno detto che la tata, Svenja, è affogata nel tentativo di salvare Denise 10 anni prima, quando Denise aveva 11 anni, e Annabelle 12. Questo significherebbe che hanno 21 e 22 anni.

    Annabelle sta ancora scrivendo la tesi, ha studiato in America e lì si laureano presto, quindi non sarebbe strano.

    C'è qualcosa che non quadra, evidentemente... o un errore di sceneggiatura, oppure un errore di casting.
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto probabilmente hai ragione tu, la mia critica va agli autori, non a te. In America effettivamente ci si laurea anche prima visto che iniziano prima l'università, ma due matrimoni in 4 anni mi sembrano un po' tanti, soprattutto se ci metti in mezzo processi per il divorzio, ecc... Come per me è anche poco credibile che nel 2019 una di 21 si sposi, come farà Denise a fine stagione.

      Elimina
    2. Si concordo e tra l'altro Denise sembra davvero una "bambina", perlomeno a me. Annabelle è piuttosto "allegra" sentimentalmente parlando.
      Giò

      Elimina
  14. Oppure sono io che ricordo male le date....bisognerebbe ritrovare online le puntate tedesche, perchè non mi fido della traduzione italiana (tipo stasera hanno cambiato il dialogo tra Boris e Tobias davanti al camino, in cui si rivelavano quando si sono innamorati).
    Francesca

    RispondiElimina