giovedì 14 marzo 2019

Tempesta D'Amore: Annabelle uccide la madre Xenia!


Nelle puntate tedesche di Tempesta D'Amore ha avuto luogo un importante colpo di scena che in realtà era nell'aria già da qualche tempo: Annabella ha ucciso la madre Xenia!

Le Anticipazioni ci dicono che l'omicidio è avvenuto dopo il sequestro di Annabelle da parte della madre Xenia ma la situazione si è ribaltata molto velocemente, anche a causa di una rivelazione shock per l'antagonista della quindicesima stagione

Xenia ha rivelato ad Annabelle che lei non è figlia di Christoph ma frutto di un adulterio ben mascherato nel corso degli anni. Vivendo praticamente in adorazione del padre, Annabelle non ci ha più visto e, anche per preservare quello che ritiene un segreto inconfessabile, ha sparato alla madre, togliendole la vita

La passerà liscia? Almeno per il momento, assolutamente sì, visto che essendo stata rapita, risulterà come un gesto di legittima difesa. E gli intrighi da qui in poi si moltiplicheranno, perché Annabelle farà tutto ciò che è in suo potere per evitare che Christoph scopra la verità.

30 commenti:

  1. Puntata evento che segna uno spartiacque nella stagione. Dopo l'epoca dei fedifraghi conclamati (Werner, Friedrich), ormai c'è la moda delle madri snaturate e mogli fedifraghe, la stessa Susan non è certo stata fedele a Hagen.
    Certo è che una figlia che uccide la propria madre non si era mai vista: Desirée c'era andata vicina ma nessun'altra.
    E' passata in sordina tra l'altro la notizia della gravidanza di Alicia, piuttosto scontata.
    Certo è che è strano che Christoph non abbia mai sospettato nulla.
    Giò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A una che la coppia Alicia Victor non piace mi sembra scontato che la notizia della gravidanza non interessa ma ciò non vuol dire che passa in sordina

      Hanno coronato con la gravidanza la coppia e sono felice
      Samy

      Elimina
    2. Non parlavo di me, parlavo dell'atmosfera in generale. Il fulcro della puntata sono stati gli avvenimenti che hanno coinvolto Xenia e Annabelle.
      E' ovvio che i fans della coppia ne sono felici. Per quanto mi riguarda è una notizia che mi aspettavo.
      Giò

      Elimina
  2. A me però Annabelle fa anche un po' pena... tutta la vita a rincorrere spasmodicamente l'affetto del padre, che le preferisce palesemente la sorella (cosa che un genitore non dovrebbe mai fare..se anche si hanno delle preferenze tra i figli, non si dovrebbe darlo a vedere) per poi scoprire (in questo modo poi, con una rivelazione meschina fatta dalla madre solo con lo scopo di ferirla) che l'uomo che ha sempre adorato non è suo padre. Anche l'uomo di cui si è innamorata (Joshua) poi sceglierà sua sorella. Poraccia!
    Francesca



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si effettivamente è parecchio deprimente e una persona normale avrebbe reagito in preda alla disperazione e alla depressione, lei ha reagito con rabbia e ha ucciso anche per eliminare l'unica che conosce questa terribile verità.
      Però mi domando ed è la cosa che mi sono sempre chiesta su Annabelle: che senso ha la vita di Annabelle se lei vive in funzione di un'approvazione del padre e non vive la sua vita come Annabelle ma come Annabelle copia sputata di suo padre? Ogni essere umano dovrebbe essere se stesso e non vivere imitando e in funzione di un altro essere umano tantomeno se quest'ultimo è un genitore anaffettivo.
      Francesca, se Annabelle fosse una brava persona mi farebbe pena per i motivi detti da te.
      D'altronde queste madri dicono delle cose davvero cattive a queste figlie, basti pensare a Beatrice.
      Che poi forse Christoph non l'ha mai apprezzata forse perché pur non sapendolo non l'ha mai percepita come sua, continuo a fare fatica a credere che non abbia mai sospettato le corna della moglie. In fin dei conti pure Boris l'ha descritta come una moglie e una madre assente.
      Si se fosse un personaggio positivo, sarebbe davvero una vittima e sfortunata.
      Giò

      Elimina
    2. Annabelle non è nè il primo nè l'unico caso di daddy issues....credo che sia un meccanismo psicologico che scatta nei figli proprio quando percepiscono la mancanza dell'approvazione o dell'affetto del genitore, che li spinge per tutta la vita a cercare di guadagnarsi tale affetto e approvazione. Purtroppo i rapporti coi genitori, soprattutto nell'infanzia, influenzano la formazione della personalità, e lasciano strascichi per tutta la vita. Nel caso di Annabelle, è cresciuta senza madre, col padre che non la calcolava e favoriva la sorella, e in più proprio a causa della sorella ha perso la sua figura di riferimento, l'unica persona che le voleva bene veramente (la tata Svenja).

      Sinceramente non mi stupisce che sia cresciuta con delle turbe (rabbia e risentimento verso Denise, totale annullamento di sè a favore della figura del padre, ecc). A me fa pena, e se Tempesta fosse un programma più profondo (e migliore, diciamocelo), sarebbe stato bello esplorare tutto ciò, facendo di Annabelle un personaggio ambiguo e complesso, ma non necessariamente negativo. Invece c'è sempre il bisogno di ripetere gli stessi schemi triti e ritriti (l'eroina, l'antagonista, la dark lady malvagia, ecc) e quindi Annabelle sarà la nuova cattiva che alla fine pagherà le sue malefatte, e Denise sarà l'eroina santa che avrà il suo lieto fine.

      Peccato, perchè trovo Annabelle marginalmente più interessante di Denise, come personaggio.
      Francesca

      Elimina
    3. Concordo in pieno Francesca. Indubbiamente la tua analisi psicologica è azzeccata, sembri del mestiere. Beh l'anaffettività può avere varie fonti e motivazioni: basti pensare a quella di Adrian, a quella di Desirée non dissimile da quella di Annabelle, quella di Annabelle è ancora più grave.
      Però in realtà la scheda di Denise non parla della predilezione del padre per lei: dice che Denise è cresciuta senza madre e con un padre che la trascurava e si occupava solo del lavoro e dei figli maschi. Il punto credo è che Denise avendo un carattere diverso, ha avuto una reazione diversa: si è costruita una sua "oasi" di tranquillità in questa trascuratezza del padre, infatti di Denise mi colpisce la serenità che trasmette, Annabelle invece ha sofferto tutto questo e come dici tu i rapporti coi genitori influiscono sulla personalità.

      Concordo sull'analisi, però la Loffler secondo me non è brava.

      Giò

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Invece a me non fa assolutamente pena, anzi.
      Arriva ad ammazzare la madre a sangue freddo, senza alcuna logica e dovrei anche provarne compassione? Per quale motivo? Solo perché il padre non l'ha mai considerata e la madre era quello che era?
      Annabelle è cattiva e lo è senza una reale motivazione. Oltremodo è pure patetica perché cerca l'affetto di persone che manco la calcolano (vedi il padre e più avanti Joshua).
      Ha inoltre cercato di rovinare la relazione tra Boris e Tobias, solo per compiacere il paparino e far le scarpe al fratello, cosa che io non dimentico.
      Denise sarà pure noiosa, ma almeno è un personaggio positivo, quelli a me non stancano mai.

      Elimina
    6. Poi anche scrivere che "perdere il suo punto di riferimento a causa della sorella", come se fosse colpa sua; è stato un incidente e anche se non fosse, arrivare a sperare che fosse morta la sorella, e non la tata non è normale. Come non è normale l'astio che prova per Boris, per carità! Un'altra matta che spero che faccia una brutta fine...

      Elimina
    7. "A causa della sorella" dal punto di vista distorto di Annabelle; ovvio che Denise non ha colpe, è stato un tragico incidente, ma Annabelle non la vede così; mi riferivo a quello.

      Comunque non c'è ragione di alterarsi; nessuno ti dice che devi provare pena o simpatia per Annabelle. A me piacciono i personaggi complessi, difficili...sono più interessanti dal punto di vista psicologico. Gli eroi e le eroine il più delle volte mi annoiano da morire, a maggior ragione perchè in questa soap non c'è tensione (lieto fine scontato e garantito).

      Il mondo non è bianco e nero (anche se a Tempesta piace far finta di sì), anche i cattivi a loro volta possono essere stati vittime o avere problemi mentali ecc. E Annabelle, seppur ormai personaggio negativo, non è priva di debolezze e sfaccettature da sviscerare.

      Non ho dubbi che in futuro commetterà le peggiori efferatezze, perché quello è il ruolo che le è stato riservato, e sono certa che alla fine la pagherà, come tutti gli intriganti.
      Francesca

      Elimina
    8. Non mi sono affatto alterata, trovo solo assurdo prendere le difese di un personaggio del genere e non solo per quello che ha fatto alla sorella o alla madre, ma soprattutto per quello che ha fatto a Boris e Tobias, che sono la tua coppia preferita.
      A me i personaggi negativi non piacciono, però è una gusti, più che altro sono curiosa disapere cosa ti piace di Tobias e Boris, visto per tua stessa ammissione prediligi questo genere di personaggi e loro non lo sono per nulla, anzi, sono talmente buoni che risultano quasi fessi.

      Elimina
    9. Francesca non mi pare però che ha preso le difese del personaggio, ha fatto un'analisi psicologica piuttosto azzeccata del vissuto di Annabelle e del fatto che se è così oggi, è anche per l'infanzia vissuta e per il rapporto con i genitori. Può far pena una persona che ha un vissuto simile, perché non si può negare che abbia influito sulla sua personalità. Oggettivamente è così.
      Ora da qui a giustificare Annabelle e le peggiore efferatezze che commetterà ce ne passa, però credo sia giusto mettere in evidenza gli aspetti che ha messo in evidenza Francesca.
      Elisa, non sono d'accordo sul fatto che è patetica a cercare l'affetto di persone che non la calcolano: se lo cerca è perché evidentemente ha sempre voluto essere amata (lo dice anche la sua scheda che lei vuole essere amata) e fin da bambina non ha mai ricevuto nulla e questo ha influito sulla persona che è oggi.
      E' ovvio che poi le privazioni dell'infanzia e i traumi non sono una giustificazione a quello che combina però sono stati formativi della sua personalità e della persona che è oggi: sono un fattore che influisce e deve essere considerato il giusto, senza farne ovviamente un'attenuante.
      Concordo sul fatto delle sfaccettature di Annabelle anche se il problema è che non è interpretata da un'attrice brava.
      Io credo che la questione non sia solo dividere il personaggio buono da quello cattivo. Mi spiego meglio: la complessità non è prerogativa solo del cattivo o dell'ambiguo, può essere complesso anche un buono.
      Anzi a mio parere il personaggio buono deve esserlo altrimenti annoia di punto in bianco. Denise si è decisamente noiosa almeno per il momento, ma può essere che sorprenderà andando avanti con il tempo.
      In definitiva il buono non è noioso per definizione: è vero Boris e Tobias sono buoni, magari fessi, ma non sono due personaggi monolitici, sono complessi. Anzi è sempre stato il fascino di Boris la sua complessità.
      La questione è che è a Sdl non ci sanno fare con i personaggi complessi.
      Giò

      Elimina
    10. Come non ha preso le difese di Annabelle? Ma se ha giustificato il suo comportamento, arrivando a dire che è "colpa" di quello che le è successo, che a causa di Denise ha perso l'unica persona che le abbia mai voluto bene, che il padre non l'hai mai amata davvero, ecc...
      Darei ragione a Francesca se il personaggio fosse stato scritto così, ma non è vero perché non mai stato caratterizzato: Annabelle è cattiva, punto. Cosa c'entrano l'infanzia difficile e il fatto che non sia stata amata? Ha mai dato segni di avere questo genere di trauma? No.
      Mi fa anche specie questo tuo improvviso cambio di rotta, quando sei stata la prima a criticare il personaggio scrivendo a più riprese che non ha una sua vita, che vive alle spalle della sorella e che per questo tenta di rovinare la vita delle altre persone che le stanno intorno. O mi sbaglio?

      Elimina
    11. Non credo che intendesse difendere in toto il personaggio e quello che combina ora nella soap, mi sembra impossibile visto che ne ha già fatte abbastanza: ha offerto una analisi psicologica del personaggio che è assente per ora nella soap e le fa pena una che ha un vissuto simile alle spalle, ma far pena non vuol dire che la giustifica per quello che combina.
      Secondo me ci sono invece i segnali di questo trauma: il ricercare l'approvazione del padre, il fare le scarpe al fratello in tutti i modi possibili perché è il "preferito" insieme a Denise, cercare l'affetto di chi non la calcola, l'utilizzare tutti i mezzi possibili scorretti.
      Poi magari si spiegherà meglio Francesca perché questo è quello che ho capito io del suo punto di vista.
      Non ho cambiato idea su Annabelle, confermo le cose che ho scritto, semplicemente i fatti recenti permettono una maggiore introspezione del personaggio, che secondo me sarà sempre più centrale.

      Giò

      Elimina
    12. Anche rovinare la vita a Tobias è una causa di questo trauma?
      Tutte le cose che Annabelle ha fatto, le ha fatto senza un minimo scrupolo, né tanto meno ha dimostrato il ben che minimo rimorso, questo è sintomo di un'indole perfida e non c'entra nulla con alcun trauma infantile.
      Il personaggio è semplicemente scritto male e interpretato peggio.

      Elimina
    13. Sottoscrivo tutto quello che ha scritto Giò. Stai travisando le mie parole, Elisa. Non penso affatto che Denise sia da incolpare per la morte della tata, è stato un tragico incidente, punto. L'ho già detto prima, ma sembra che tu non voglia leggere. Chi la incolpa è Annabelle,dal suo punto di vista Denise le ha tolto Svenja, le ha tolto l'affetto del padre, vedremo come reagirà quando si metterà con Joshua(male, scommetto). Ovviamente questo punto di vista è totalmente ingiusto e sbagliato, ma questo è il quadro psicologico di Annabelle, quello che l'ha portata ad essere la persona che è. Il fatto che non ci siano traumi evidenti non vuol dire nulla, i suoi problemi psicologici si possono capire chiaramente dal modo in cui si comporta.

      Qui non si tratta di giustificare o difendere Annabelle (sarebbe impossibile, perchè le sue azioni non sono difendibili) e neanche di tifare per lei o augurarsi che venga ricompensata (non lo sarà), stiamo solo cercando di capire perchè è come è. O bisogna guardare solo passivamente, senza analizzare le cose? Mi piace fare lo stesso anche con gli altro personaggi, ma questo post parlava di Annabelle, quindi si stava parlando di lei....

      Per quanto riguarda il resto del discorso, l'apprezzare i cattivi per la loro complessità o per il movimento che portano alla trama non significa che non mi piacciano mai i buoni, anzi. Una cosa non esclude l'altra. Dipende dal personaggio. Denise è un po' noiosetta, ma è una cara ragazza e mi piace, a differenza di Alicia che detesto (insieme al suo uomo e ai loro cavalli). Joshua e Denise non mi fanno provare chissà che emozioni, ma li preferisco ad altre coppie del passato, e sono curiosa di vedere come si evolverà la loro storia. Boris e Tobias sono i miei preferiti perchè... a chi potrebbero non piacere? Due bei personaggi concepiti bene, interpretati benissimo da due attori carismatici con una chimica perfetta, un grande amore che ha superato ostacolo dopo ostacolo, una storia per gran parte scritta molto bene. Io che ho un debole da sempre per le coppie LGBT e che quindi ho seguito molte storie del genere, trovo che Boris e Tobias siano una delle coppie in assoluto più riuscite.

      Detto questo, mi sembra di essere sotto processo e non ho più voglia di giustificarmi, quindi sarà meglio che concordiamo sulla differenza di opinioni, e che passiamo oltre.
      Francesca

      Elimina
    14. Io non ho messo sotto processo nessuno, sono solo rimasta abbastanza "sconvolta" dalle tue parole, ma a quanto pare sono io che come al solito esagero e vedo cose che non ci sono.
      Detto questo concordo sulla differenza di opinioni e sul passare oltre, cosa che ho intenzione di fare da subito.

      Elimina
    15. Personalmente non so come si possa fare un'analisi su un personaggio negativo dagli albori. Non diciamo che è colpa di Christoph o di Xenia, dal momento che hanno avuto altri tre figli perfettamente equilibrati. Non si può in alcun modo motivare il comportamento di Annabelle, perchè come suo padre - che lo sia davvero o no - è semplicemente una psicopatica e lo ha dimostrando uccidendo a sangue freddo la madre che comunque aveva le sue ragioni per provocarla. Matta anche lei ovviamente ma non del tutto insensata. Da qui a premere il grilletto però dovrebbe passarcene.

      Elimina
    16. Le analisi si possono fare di tutti i personaggi (altrimenti non esisterebbe la psicologia criminale come materia). E credo che il termine psicopatico sia buttato in giro con troppa facilità. Gli piscopatici hanno caratteristiche ben precise, non possono provare affetto per nessuno, nè desiderano essere amati da qualcuno. Annabelle non è sicuramente una persona buona, ma non è psicopatica, almeno per quello che si è visto finora. Staremo a vedere cosa succederà.
      Francesca

      Elimina
    17. Siccome si tratta di una soap e non stiamo facendo trattati di psicologia, psicopatica sta ad indicare la sua follia, non vuole essere un termine scientifico ci mancherebbe. Sta di fatto che lo è, tutto lo dimostra quindi darle scusanti tipo la tata, il padre e la madre significa non voler dire che semplicemente è una pazza, perchè una che uccide la madre così, lo è in modo oggettivo. E dico già che quasi sicuramente affibbierà la non paternità di Christoph a Denise. Altro gesto da pazza, quindi sì stiamo a vedere ma non credo che ci ritroveremo a dire cose molto diverse da queste.

      Elimina
    18. Concordo in pieno con il parere di Francesca. E' vero che siamo in una soap, ma la competenza in materia di Francesca a me personalmente è stata molto utile nell'inquadrare Annabelle, ciononostante la penso allo stesso modo su di lei. E credo che ci sia un fraintendimento da parte degli altri nell'analisi psicologica che lei offre: lei non intende affermare che la tata, il padre e la madre siano delle scusanti o delle attenuanti per il comportamento, anzi...Vuole solo dire che quei determinati avvenimenti nell'infanzia di Annabelle hanno contribuito a formare la sua personalità: sono semplicemente dei fattori causali che contribuiscono a fornire il ritratto di Annabelle, poi ognuno di noi dall'alto del suo punto di vista del personaggio e nel valutarla può decidere se e quanto sono utili, se sono delle aggravanti, se sono delle attenuanti, quanto hanno influito, quando si vedono etc.... Io personalmente ad esempio riconosco l'importanza che hanno avuto nella persona Annabelle ma non le considero delle attenuanti, ma solo degli elementi che mi fanno inquadrare il personaggio e ringrazio Francesca per averli messi in evidenza, insomma non cambio idea su un personaggio che non mi piace e che non giustifico in nessun modo....
      Concordo anche sugli psicopatici. Tra l'altro anche non usando il termine scientificamente, a me sembra che Annabelle non sia folle, la trovo lucida, ha ammazzato la madre consapevolmente in un impeto di rabbia per quello che si era sentita dire.
      Quanto poi al fatto che gli altri tre figli di Christoph e Xenia siano equilibrati è perché ad un certo punto indipendentemente da quello che hanno passato nell'infanzia e dal loro vissuto, hanno fatto scelte diverse ed erano persone diverse da lei, insomma reazioni differenti, mentre Annabelle tutt'altra storia, cattiva...
      Giò

      Elimina
    19. Ilenia la penso come lei anzi con questo omicidio che ci voleva Annabelle mi inizia ad incuriosire voglio vedere fino a che punto la sua pazzia si spinge
      Invece Denise mi rimane indifferente troppo anonima non mi interessa
      Voglio vedere s cambio opinione con l'arrivo dell'antagonista l'antagonista
      Andrea

      Elimina
    20. Per me in Annabelle c'è pazzia assieme a una forte dose di cattiveria,vallo a capire perché "ci tiene così tanto" all'amore di Christopher tanto da uccidere la propria madre. Io sono basita dal suo gesto! Daniela M.

      Elimina
    21. Io quando ha ucciso la madre ho visto lucidità e rabbia. Poi considerando il soggetto non escluderei la follia a lungo andare, è probabile che avrà un climax.
      Davvero vallo a capire perché ci tiene tanto. Io sono incuriosita da sapere chi è il padre biologico.
      Già

      Elimina
  3. Ma è fantastico, speravo che uno tra Christoph ed Annabelle facesse fuori Xenia.
    Da un lato mi dispiace che commetta un omicidio perché non ci sarà redenzione per lei ed alla fine pagherà ma dall'altro mi affascina sicuramente più della sorella.

    Patrizia Dietrich Fan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non era così fondamentale e nemmeno indispensabile la morte di Xenia: più che altro era funzionale all'ascesa di Annabelle come nuova cattiva in virtù del passaggio di testimone con la madre.

      A me questo omicidio - per il tipo di reazione di Annabelle - ha ricordato il tipo di reazione che portò Desirée quasi ad uccidere la madre.

      Per me nessuna delle due è affascinante, Annabelle sembrerebbe entrare ora nel vivo, ma non mi convince comunque, Denise troppo monocorde. Mah vedremo...
      Io sono incuriosita da sapere chi è il vero padre di Annabelle, chissà se lo conosceremo...

      Giò

      Elimina
  4. Finalmente by by Xenia
    Il problema è che Denise è completamente anonima priva di tutto che in questo preciso momento anche se Annabelle fino adesso non mi interessava ora con questo omicidio mi diventa più interessante
    Denise non la vedo come Joschua d'altronde

    Samy

    RispondiElimina