domenica 31 marzo 2019

Tempesta D'Amore: Jenny Loffler è Annabelle Saalfeld Sullivan [SCHEDA PERSONAGGIO]


Nome personaggio: Annabelle Saalfeld Sullivan


Ruolo: antagonista della quindicesima stagione di Tempesta D'Amore

Lavoro: Manager

Stato civile: single

Amori e flirt: Joschua Winter

Doppiata da: Patrizia Mottola

Descrizione personaggio: Giunta al Furstenhof insieme a Denise per ricongiungersi al padre Christoph, alla madre Xenia ed ai fratelli Boris e Viktor, Annabel ha fin da subito dimostrato di avere una natura intrigante nonché un forte complesso di inferiorità nei confronti della sorella. Decisa ad ogni costo a farsi apprezzare dal padre, umiliando la sorella, Annabelle tessere un intrigo dopo l'altro, pur di ottenere ciò che vuole, arrivando a nuocere al fratello Boris. Nel futuro un amore complicato con Joschua e un'ascesa professionale non troppo fortunata.

Interpretato da: Helen Barke, attrice e doppiatrice tedesca di trent'anni che ha al suo attivo esperienze nel mondo della televisione e del cinema. Anche lei, come i suoi due colleghi più importanti, è al debutto in un ruolo da co-protagonista. 

6 commenti:

  1. Personaggio a dir poco odioso con evidenti turbe psichiche. Mi chiedo come mai gli autori stiano puntando su attori con poca esperienza in ruoli principali. Ad ogni modo la Loffler é riuscita nell'intento di rendere Annabelle insopportabile: nemmeno Patrizia mi era così antipatica.Daniela M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me nemmeno la Warmuth era brava, anche se aveva esperienza.
      Annabelle è una che ha esordito ammazzando la madre, chissà cosa combinerà di altro.
      Giò

      Elimina
    2. Mha,a me verrebbe un'ipotesi: oltre a far del male a Denise,stai a vedere che alla fine ucciderá anche Christoph,la sua "ossessione".Daniela M.

      Elimina
    3. Anche io ho considerato quella ipotesi, che potrebbe far del male anche a Christoph.
      D'altronde pure Doris nella sua follia provò a far restare invalido Werner.
      Giò

      Elimina
  2. Adoro il fatto che indossi la maglia con il serpente, perché almeno è consapevole...
    Antipatica è antipatica, forse anche troppo (non ha la leggerezza di una Rosalie), forse per via delle sue ossessioni, anche professionali. Ma non è inquietante come una Patrizia, sicuramente.

    RispondiElimina
  3. voce riciclata non so quante volte, abbiamo davvero toccato il fondo.

    RispondiElimina